1. SCARICA IL NUOVO LIBRO-DENUNZIA
  2. APPELLO AI MAGISTRATI
  3. DENUNZIA MONTI

La truffa alimentare. La legge per l'etichettatura
dei prodotti agricoli ed ittici nella vendita al dettaglio
tratto da "La civiltà degli onesti"

In relazione alla mia legge sull’etichettatura, la magistratura fa finanche finta di non capire che, poiché la frutta, la carne e il pesce sono profondamente diversi secondo le provenienze, costituisce artifizio e raggiro l’indurre al loro acquisto senza chiarire che, in ipotesi, il prezzo è inferiore perché la qualità del prodotto è infima in funzione della sua provenienza.
Ed è insopportabile che nemmeno ora che mi trovo io dinanzi al giudice per altri motivi si prendano in considerazione le mie denunzie alla televisione di Stato, che mi impedisce di informare la collettività di una proposta di legge che ho scritto da tre anni e vale centinaia di migliaia di miliardi di lire l’anno di fatturato, e dunque la fine della crisi economica del nostro paese.
Magistratura che sa di quella legge e sa che non assumere provvedimenti affinché la televisione di Stato adempia al suo ruolo di garantire l’informazione consentendomi di parlarne pregiudica gravemente gli interessi e i diritti degli italiani (chiedo di parlarne io perché ogni volta che ne parla qualcun altro, non so se a caso o deliberatamente, lo fa travisandola, magari anche solo per nascondere che l’ho scritta io).
È ovvio infatti che, siccome i prodotti agricoli e ittici italiani sono i migliori del mondo, nel momento in cui sui banchi dei fruttivendoli, macellai e pescivendoli comparissero delle etichette attraverso le quali divenissero identificabili, la gente li preferirebbe a quelli non altrettanto buoni di altre provenienze.
Inoltre, l’affermazione della superiore qualità dei nostri prodotti espressa attraverso la voce dell’intera società italiana ne aprirebbe in maniera clamorosa le esportazioni.
Né nessuno potrebbe opporre limiti di quote, perché nessuno può vietare a nessun cittadino di nessun paese del mondo di nutrirsi dei prodotti migliori per ragioni di quote.
Principi giuridici a un tempo facili e difficili, che non proprio tutti sono in grado di spiegare con sufficiente chiarezza agli altri paesi dell’Unione, ma che alla fine l’Italia riuscirebbe sicuramente a far capire al mondo, perché, come ho già detto, il migliore avvocato è quello che sa scegliersi le cause, e vincere una causa così fondata sarebbe facilissimo.