Io ho un buon carattere, amici magistrati. Sono allegro, affettuoso, non polemico, non vendicativo, a limite un po’ irascibile; per cui davvero non vorrei dovervi affrontare con un tal cipiglio, e vorrei al contrario poter finalmente iniziare con voi una stagione dell’amicizia. Sennonché non sono un politico o un ambizioso che studi i desideri della maggioranza per adempiervi e aver successo. Sono invece lo scopritore di teorie scientifiche di straordinaria importanza che costituiscono per l’uomo la sola via d’uscita da…

Informazioni aggiuntive

  • N. 91
  • Data 08-04-2003
Io non so, caro Fini, se ricordi, o se sai, che fui io, nella legislatura 94/99 del Parlamento europeo, all’epoca Coordinatore per il mio gruppo nella Commissione Istituzionale, a far fallire i tentativi di varare una Carta Costituzionale Europea. Un risultato che conseguii pubblicando, il 16.11.94, il documento che segue, e che perseguii con molta determinazione perché ritenevo e ritengo che non si volesse affatto giungere ad una Carta Costituzionale come strumento di innovazione, ma al contrario cristallizzare in una…

Informazioni aggiuntive

  • N. 92
  • Data 20-05-2003
Circa le "INIZIATIVE" Cosa siano le Iniziative è accennato nell’intestazione, oltre che variamente descritto in diversi documenti pubblicati in questi anni, tutti raccolti in www.marra.it. Più che continuare a descriverle, è quindi tempo di iniziare a realizzarle. Prioritario, fra i "mezzi" che occorrono, è il lavoro dei compagni che vorranno partecipare, a partire dai coordinatori delle singole Iniziative, poiché dovranno costituirsi dei coordinamenti a tre, cinque o sette componenti, secondo le esigenze. Si fa osservare che, nell’intestazione, laddove si fanno…

Informazioni aggiuntive

  • N. 93
  • Data 10-11-2003
ALLE ASSOCIAZIONI DEGLI HANDICAPPATI E’ proprio con l’affermazione del principio assistenziale, simbolizzato nella bibbia con la "manna dal cielo", che nasce, nel 14° secolo prima di Cristo, il germe, la precondizione, della democrazia, ovvero il principio secondo il quale coloro che non fossero stati in grado di sostenersi da soli, a causa dei loro limiti o per i casi della vita, da quel momento sarebbero stati sostenuti dal "cielo", che non è poi altro che la "mente collettiva", la cultura,…

Informazioni aggiuntive

  • N. 94
  • Data 25-11-2003
circa la necessità di costituire un Comitato di controllo del buon funzionamento della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, e circa l’importanza del ricorrervi sistematicamente avverso le molte violazioni per le quali non sussiste in Italia il "ricorso effettivo". Violazioni fra le quali segnalo quelle dovute alla difficoltà culturale della nostra Magistratura di essere terza rispetto alla P.A., quelle in tema di spese negate o insufficienti specie ad opera dei TAR e del Consiglio di Stato, ed, ai lavoristi, che insieme…

Informazioni aggiuntive

  • N. 97
  • Data 02-03-2004
Ai compagni socialisti, ed al compagno Boselli, in occasione del Congresso dello SDI di Fiuggi del 2, 3 e 4 aprile 2004, circa la necessità che l’Italia sia guidata da una grande aggregazione laica e libertaria, ovvero circa il nostro dovere, dato il momento favorevole dovuto al declino di Forza Italia e del comunismo, di impegnarci a fondo affinché lo SDI, quale erede della laicità e libertarietà del PSI e del PSDI, divenga il primo partito del paese. Spero non…

Informazioni aggiuntive

  • N. 98
  • Data 14-03-2004
Effetti del principio della "effettiva soddisfazione" sul calcolo della durata della causa quando obbligata è l’Amministrazione. Va analizzata la Cass. 14885/02, espressione della consolidata giurisprudenza della Corte EDU (Corte Europea dei Diritti dell’uomo), in cui si argomenta di taluno che, ottenuta una sentenza di sfratto, chiede al giudice della L. 89/01 l’equo indennizzo per l’eccessiva durata della procedura per l’esecuzione del rilascio. La Cassazione, premesso che l’art. 4, L. 89/01 fa decorrere il termine di 6 mesi per ricorrere "dal…

Informazioni aggiuntive

  • N. 101
  • Data 15-09-2004
1) criteri per il calcolo dell’equo indennizzo per la durata irragionevole di una causa; 2) irrilevanza dal punto di vista dell’an dell’esiguità della somma di cui al giudizio originario; 3) irrilevanza dal punto di vista dell’an e del quantum del fatto che il termine sia superato di poco (l’indennizzo avrà cioè un importo fisso per anno, pur variando in base al numero di anni o mesi); 4) danno non patrimoniale (esistenziale e/o da lesione di diritti fondamentali) nelle controversie, anche…

Informazioni aggiuntive

  • N. 102
  • Data 10-12-2004
che riduce i ricorsi a dei "raccontini" ad opera dei "giuristi" del Paese contro il quale si ricorre per poi sottoporre tutti i "raccontini" contro un certo Governo, sovente anche in tutti i gradi, sempre allo stesso Giudice nominato da quel Governo (per l’Italia Vladimiro Zagrebelsky), da solo in primo grado, e come componente della Corte nei successivi. Indecenza giuridica del Regolamento e delle prassi della Corte, e sua tendenza, specie con il Protocollo 14, a tornare ad essere la…

Informazioni aggiuntive

  • N. 103
  • Data 11-01-2005
Sindrome confusionale da angoscia di perdere lo status quo dietro certi "orientamenti" giurisprudenziali in tema di equo indennizzo per la durata eccessiva dei processi specie in relazione, a Roma, alle illegittime ed infondate quanto sistematiche condanne alle spese dei ricorrenti, che realizzano di fatto, quali che siano le intenzioni, una forma di intimidazione che rende non effettivo il ricorso ex legge Pinto, non sussistendo traccia di detta pratica nella giurisprudenza europea e nella CEDU. Radicamento dell’impotenza della pubblica autorità -…

Informazioni aggiuntive

  • N. 104
  • Data 07-03-2005
e la necessità di superare la visione religiosa della realtà costituendo essa un errore che genera nella mente collettiva quegli altri errori e sistemi di errori interrelati che configurano il marasma politico, morale, economico, ed insomma culturale, che attanaglia l'umanità impedendole di giungere ad uno stadio della civiltà adatto a realizzare i grandi cambiamenti indispensabili per fermare l'alterazione ambientale, che altrimenti renderà in breve ardua e poi impossibile la nostra vita sul pianeta. Quando, caro Ratzinger, accadde a me, unico…

Informazioni aggiuntive

  • N. 105
  • Data 05-05-2005
Illegittimità costituzionale della composizione dei collegi delle Corti d’Appello Equo Indennizzo e contrasto con la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo e la giurisprudenza europea. Il ridere del giudice Antonio Azara della Corte d’Appello Equo Indennizzo di Roma ed il diritto di sbagliare non solo dei giudici e dell’Amministrazione ma anche degli avvocati. Il rapporto tra l’aumento degli omosessuali e la cultura giudiziaria del definanziamento della difesa dei diritti mediante la negazione, riduzione o compensazione delle spese. L’abusività della giurisprudenza "all’inglese"…

Informazioni aggiuntive

  • N. 106
  • Data 08-06-2005
Necessità che il Parlamento riformi l’illegittima norma, già censurata dalla Corte europea, che nel riconoscere al proprietario di un fondo il diritto di vietare l’accesso ai cacciatori, vuole però costringerlo alla spesa di doverlo recintare, disseminando così per di più le campagne di inutili steccati e creando le premesse per una serie di fondate azioni contro l’Italia a Strasburgo per l’indennizzo del costo delle recinzioni e dei danni patrimoniali e non. Una non poi così bella storia toscana, ovvero l’avere…

Informazioni aggiuntive

  • N. 107
  • Data 28-06-2005