La generalizzata confusione e malessere della società moderna, e dei giovani in particolare, ha il suo punto di partenza nel vecchio slogan "fate l’amore non fate la guerra". Quello slogan infatti è stato ed è a tuttoggi usato per ingenerare nella mente collettiva l’idea che la sessualità sia un qualcosa di neutro, ovvero di privo di altri effetti che quelli, in linea di massima quantomeno gradevoli, riscontrabili nel mentre la si esercita. Senonché, la sessualità non solo non è neutra,…

Informazioni aggiuntive

  • N. 46
  • Data 18-12-1997
Ti scrivo, caro Bassolino, perché sono venute a chiedere il mio aiuto un gruppo di persone in rappresentanza dei ventisei proprietari degli immobili che dovrebbero essere abbattuti ai Camaldolilli fra poche ore (sono le due di notte), questa mattina 30 marzo 1998, dopo i tre che sono già stati abbattuti nei giorni scorsi: vicenda che ignoravo, nonostante, guardando le foto, mi sia reso conto di aver memoria da molti anni dello spettacolo di quegli edifici non finiti. Io, vedi, sono…

Informazioni aggiuntive

  • N. 48
  • Data 30-03-1998
(Sottotitolo: Complimenti ai PM Roberto D’Ajello, Anita Mele, Antonio Clemente, Rossella Catena ed Eduardo De Gregorio, al GIP Giuseppe Canonico, all’ex PM Cono Lancuba, ed all’Avv. Nicolino Petrucci. Ovvero, circa l’ineludibilità del Fato, il “Libro Bianco”, ed il giudizio negativo dell’86% degli italiani sulla Magistratura come una delle cause del risultato positivo dell’On. Berlusconi alle elezioni del 24.5.98)   Perché "I complimenti"? Perché questo, gentili Signori, è il documento conclusivo del volume "La fase di Saul": una testimonianza, fra l’altro,…

Informazioni aggiuntive

  • N. 50
  • Data 26-04-1998
E’ in atto un braccio di ferro fra il giornalismo televisivo e della carta stampata (quello nazionale) e me in relazione al "Libro bianco" sulla Procura della Repubblica di Cordova, pubblicato in appendice alla mia Civiltà degli "onesti". Il giornalismo, cioè, sa che il suo silenzio sul libro, così come su qualsiasi altra cosa, costituisce una vera e propria perentoria "disposizione" alla collettività, di non interessarsene. E sa anche si osservi quanta raffinatezza che se rendessimo molto visibile il libro…

Informazioni aggiuntive

  • N. 51
  • Data 29-06-1998
traendo spunto da quanto rimane del procedimento penalea mio carico, circa gli "atti dovuti" di tipo "cautelare" in materia disciplinare, ovvero del rapporto fra diritti soggettivi, sussidiarietà e statualità. Ill.mo Sig. Presidente e Consiglieri, benché già sappia, e credo di averne dato atto, che il Consiglio, nei procedimenti disciplinari, giudica in base ad una metodica coscienziosamente basata su criteri sostanziali, mi sembra tuttavia non inutile cogliere l’occasione per svolgere alcune considerazioni di carattere generale in tema di "atti dovuti" di…

Informazioni aggiuntive

  • N. 52
  • Data 05-11-1998
dato che l’infelice formula sfortunatamente usata dal GIP di Salerno nel non rinviare a giudizio il mio PM Arcibaldo Miller per gli sconvolgenti delitti contestatigli è tecnicamente assimilabile a quella in virtù della quale, in un adulterio per qualche motivo penalmente rilevante, sia pacifico che i due trascorrevano ore ed ore stesi l’uno sull’altro ogni volta che potevano, ma, essendo sempre rimasti sotto la coperta, che pure andava su e giù per la spinta di un forte movimento ondulatorio, il…

Informazioni aggiuntive

  • N. 1999-01-25
  • Data 01-01-1970
On. Presidente D’Alema, giusto destinatario di questo documento sarebbe invero l’On. Violante - il corrusco cavallo di Troia di certa magistratura imposto proprio lì, sulla rocca più alta della cittadella della politica! - sicché lo indirizzo a Lei solo per la Sua veste. Il mio infatti è un contributo alla liberazione della politica dalla dittatura della magistratura ed, in forza di essa, anche dell’apparato poliziesco e burocratico, senza mai dimenticare - sia chiaro anche senza bisogno di continuare a ripeterlo!…

Informazioni aggiuntive

  • N. 54
  • Data 15-12-1999
Almeno metà dei 55.000 voti che mi elessero al Parlamento europeo nelle liste di Forza Italia nel 94 erano voti socialisti, così come di origine socialista sono circa metà dei 27 eurodeputati di quel "movimento". E’ pertanto singolare che taluni parlino di una confluenza fra socialisti e Forza Italia come di qualcosa ancora da sperimentare. I socialisti infatti in Forza Italia ci sono già stati inutilmente per cinque anni, poiché Berlusconi si è rivelato refrattario ad ogni democratizzazione, facendo fallire…

Informazioni aggiuntive

  • N. 55
  • Data 08-03-1999
Il vero motivo della guerra ai serbi non è ovviamente la difesa dei kosovari, bensì il fatto che tutto l’est, ed in particolare la Russia, è ormai pericolosamente fuori controllo. Il potere americano, pertanto, ha colto l’occasione per fare scempio della Serbia sotto gli occhi dei suoi protettori russi allo scopo di dimostrane l’impotenza e rafforzare così l’egemonia USA sull’Est e sul mondo. Un’egemonia che, coerentemente al ruolo di "gendarme del pianeta", dovrebbe servire al potere americano per poter procedere…

Informazioni aggiuntive

  • N. 57
  • Data 27-03-1999
Caro Cordova, ti ho anteposto nel titolo Casini, ma devo di fatto rivolgermi di nuovo a te, perché la magistratura ha ancora il primato sulla politica, anche se a questo punto non vi si può più trattare da usurpatori. Il vero potere è infatti l’elettorato, e manovra anche voi, dandovi dei contentini perché tiriate il suo carro. Tant’è che, siccome avete cominciato a pensare troppo a voi stessi, vi ha ora lanciato un minaccioso segnale sia con il premiare forze…

Informazioni aggiuntive

  • N. 57 bis
  • Data 21-06-1999
Gentile elettrice o elettore, ho scelto di candidarmi nel CCD per la disponibilità sempre espressa dal mio caro amico Pier Ferdinando Casini ed il lavoro fatto insieme nella passata legislatura in relazione ad alcuni obiettivi che, essendo finalmente maturati in seguito a questi anni di sforzi, credo siano oggi divenuti raggiungibili. Obiettivi viceversa non so quanto raggiungibili dall’interno del centro sinistra, nonostante anch’esso in parte li condivida, perché il centro sinistra è di nuovo in preda al suo antico vizio…

Informazioni aggiuntive

  • N. 57 ter
  • Data 19-04-1999
Mi spiace di dover di nuovo parlare del Dr Cozzi, Procuratore presso la Pretura di Napoli, e del Dr Diani, Pretore Dirigente della Sezione Lavoro di Napoli, ma mi ci costringe un singolare provvedimento del GIP di Salerno a firma illeggibile: una firma che nemmeno chiedendo in cancelleria siamo riusciti a stabilire di chi sia. Il 13.7.96 io infatti divulgai un documento ora pubblicato nel mio ultimo libro La fase di Saul, in cui, fra l’altro, a proposito del Dr…

Informazioni aggiuntive

  • N. 58
  • Data 21-06-1999
Antonio Bassi: Capo GIP di Salerno. Incidenza sulla giustizia italiana dell’impreparazione, neghittosità ed arrivismo di certa magistratura soprattutto meridionale ed esecutività delle sentenze. Giuridicità dell’arte e della scienza. Nel 1985, un giorno, Angelo, un mio fraterno amico di gioventù, nel mentre gli leggevo non ricordo cosa da una delle primissime versioni di "La storia di Giovanni e Margherita", sbottò dicendomi: ..Sì sì, ma non credere di non essere anche tu un egoista come chiunque altro! ..Non hai forse scritto questo…

Informazioni aggiuntive

  • N. 58 bis
  • Data 03-09-1999