Stampa questa pagina

Hammamet

Perché aspettare che vi fuggano? Mandiamoceli noi stessi i criminali, gli opportunisti, o comunque coloro che, dai politici ai banchieri ai guitti, si sono troppo distinti nel causare la rovina della società coprendo il signoraggio primario e secondario, l’usura, e l’immane evasione fiscale delle banche centrali e commerciali. Senza contare l’inutilità dell’80% di ciò che si produce e l’organizzazione in senso consumistico del mondo.

Alfonso Luigi Marra

 

SIGNORAGGIO PRIMARIO

Premesso che le banche centrali, fra cui la Banca d’Italia e la Banca Centrale Europea, sono incredibilmente private, il signoraggio primario consiste: -1) Nello stampare continuamente le banconote al solo costo della carta e dell’inchiostro (dal 1929 non occorre alcun corrispettivo in oro, né è mai realmente occorso).

Banconote la cui quantità è nota solo alle banche, perché i numeri di serie non sono progressivi, e non se ne conosce il significato.

-2) Usarle (al valore in euro, dollari ecc. su esse stampato) per comprare dagli Stati udite udite un pari importo in titoli del debito pubblico (BOT, CCT, BPT, CTZ) .

-3) Vendere i titoli alle aste, riprendendosi i soldi e lasciando allo Stato il "debito pubblico" , inventato mediante questo crimine (attraverso il quale, più soldi "iniettano", più si arricchiscono).

-4) Iscrivere fraudolentemente al passivo l’importo delle banconote stampate a costo zero allo scopo di "pareggiare" iscrivendo all’attivo i titoli o il ricavato della loro vendita, e di occultare queste enormi somme, realizzando così anche un’evasione fiscale per un importo maggiore sia delle tasse evase che delle tasse pagate dal resto dell’intera società.

-5) Riciclare il denaro così truffato mediante centrali interbancarie mondiali, fra cui innumerevoli fonti Internet indicano la Clearstream, l’Euroclear, la Swift ed altre.

SIGNORAGGIO SECONDARIO

Il signoraggio secondario consiste invece nel fatto che il sistema bancario realizza prestiti per un ammontare 50 volte maggiore del denaro che detiene.

Ciò allo scopo di imporre illecitamente interessi anch’essi cinquantuplicati su ognuno di questi prestiti di denaro altrui, per i quali le banche hanno in realtà diritto solo a dei compensi per il servizio (che già riscuotono), dovendo gli interessi andare ai proprietari del denaro.

Per risolvere il problema del signoraggio primario occorre nazionalizzare le banche centrali, che del resto tutti credono siano pubbliche.

Per risolvere invece il problema del signoraggio secondario occorre parificare i tassi attivi a quelli passivi, nonché dare ad organi formati dai proprietari del denaro il potere di decidere a chi prestare i soldi.

Per una più ampia disamina di questi argomenti vedi il doc. n. 134 da www.marra.it

Informazioni aggiuntive

  • N.: 163
  • Data: 23-03-2009
Letto 3350 volte