Ai cittadini circa il tesseramento del P.A.S.

Gentile amica o amico, io credo che finora la collettività non ha veramente avuto motivi per voler il cambiamento, ed ha pertanto sempre promosso politiche e politici che non fossero in grado di produrlo.

Senonché da qualche anno il cambiamento si è innescato automaticamente, per cui la collettività, che continua a non volerlo, ha reagito con l'attuale "rivoluzione per non cambiare".

Ora però la rivoluzione per non cambiare è diventata più dolorosa e faticosa dell'ormai indispensabile cambiamento, sicché la società ha iniziato, speriamo senza ulteriori trucchi, la ricerca di coloro che possono realizzarlo.

Una ricerca che credo si accentuerà dopo il 21.4.96 perché, chiunque vinca le elezioni, ci renderemo conto di aver solo perso del tempo prezioso.

Se è così, e così mi sembra che sia, è venuto il momento di proporre il P.A.S. iniziando il tesseramento, che avrà come fulcro l'individuazione dei candidati per le prossime elezioni amministrative o politiche e delle strategie per la soluzione dei problemi, dando sempre un giusto peso ai problemi degli iscritti allo scopo di renderne possibile una vera militanza.

Contando che condivida la mia proposta resto a disposizione per ogni chiarimento o per raccogliere la tua graditissima adesione e ti saluto affettuosamente.
 

Alfonso Luigi Marra

Informazioni aggiuntive

  • N.: 20
  • Data: 16-03-1996
Letto 2774 volte